Home > Recensioni > 300

Correlati

Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!

480 a.c., l’esercito persiano conta un milione di soldati, marcia verso occidente espugnando tutte le popolazioni che osano sfidarlo.
Ognuna delle civiltà sconfitte farà numero nell’imponente truppe di Serse. Sparta e la conquista dell’intera Grecia saranno i desideri del dio re. Ma la folle corsa all’espansione verrà frenata da Leonida, nemico spartano, che con un esercito di soli 300 soldati terrà testa all’immensa armata.
Il film è una rievocazione storica della battaglia delle Termopili narrata da Erodoto, ma soprattutto una trasposizione cinematografica dell’omonima graphic novel del genio dei fumetti Frank Miller.
Zack Snyder, nella sua seconda opera, racconta questo evento storico mistificandolo in maniera sublime, onirica e molto spesso superando i limiti del fantasy. Ci si ritrova quindi catapultati in un contesto suggestivo in cui storia e delirio estetico si scontrano come le barche persiane sugli scogli. Una spettacolarizzazione di grandi temi come la gloria, la libertà e il coraggio, ma in chiave simbolica e fantastica, basti pensare ai fittizi episodi sulla vita di Leonida e alle creature che sembrano uscite da un racconto di Tolkien. Il tutto comunque aiuta una sceneggiatura di per sé salda e finemente realizzata, la quale tiene alto il ritmo e coinvolge lo spettatore, trasmettendo a ogni fotogramma il leitmotiv della storia.
Ottimo il lavoro degli attori (in special modo Gerard Butler e David Wenham) per rendere vivi i personaggi. La fotografia (che ricalca i colori del fumetto), le musiche e gli effetti speciali vanno a impreziosire questo film che è ormai diventato un vero cult stravolgendo un po’ tutti i generi, a partire da quello storico.
Nonostante il grande successo, la nube della polemica ha cercato di intaccare le sorti di questo capolavoro: lo scontro tra due culture così differenti come quella spartana e quella persiana rimanda alle tensioni attuali tra occidente e oriente. È comunque un’ esperienza unica da vedere fino allo stremo.

Scroll To Top