Home > Recensioni > After Earth

After Earth

Correlati

Natura matrigna

Dopo un paio di film da molti giudicati “da dimenticare”, M. Night Shyamalan torna sugli schermi con un’avventura ambientata mille anni nel futuro, dopo la fuga dell’umanità dalla Terra, ormai resa da noi stessi invivibile. Protagonisti Cypher Raige (Will Smith) e Kitai (Jaden Smith), unici sopravvissuti ad un incidente spaziale durante una missione di ricognizione: costretti a cercare rifugio proprio sul nostro pianeta d’origine, dovranno imparare a collaborare per sopravvivere alla natura, ormai letale per la nostra razza, e alla minaccia di una creatura aliena fuggita dopo lo schianto della loro stessa astronave. Il soggetto essenziale camuffato da blockbuster in realtà racchiude riflessioni più alte: il rapporto tra padre e figlio e soprattutto quello corrispettivo, più ampio, tra la Terra e l’Uomo.

OneLouder

Il film usa i canoni del genere come pretesto: mille anni di evoluzione e storia sono inseriti nei costumi, nelle ambientazioni e nel breve prologo, ma senza ottenere l’effetto estraniante e asettico della fantascienza cui siamo abituati. Si è optato per un look più organico e familiare che risulta in un’atmosfera primitiva, ed è questo ritorno al primordiale la cornice in cui si sviluppa il cuore del film: mentre padre e figlio cooperano e si riscoprono, l’uomo si batte contro quella Madre Terra che lo ha ripudiato ma che torna a salvarlo, quando riconosce in Kitai un figlio e in questo processo, nella lotta del giovane per affrancarsi dalla paura dell’ignoto, il regista mette la sua firma.
Angelica Vianello, 7/10

“After Earth” tenta di nascondere la pochezza del suo spunto iniziale ricorrendo a suggestioni fantascientifiche, un approccio che si rivela visivamente appagante ma concettualmente già stantio, rifacendosi allo scontro tra pianeti inospitali e personaggi monodimensionali tipici della science fiction su rivista degli anni ’50/’60, con Will Smith al limite del caricaturale. Jaden Smith regge con le sue smorfie l’intero film, cronicamente privo di mordente.
Personaggi femminili di spessore: estinti prima della fuga dell’umanità su Nova Prime.
Elisa G.

Pro

Contro

Scroll To Top