Home > Recensioni > After

La dura mezz’età

Tre amici di lunga data si ritrovano dopo molto tempo per trascorrere una serata assieme: Manuel, Julio ed Ana sono personaggi alle prese con i vari aspetti di una crisi generazionale che attanaglia le coscienze di molti uomini di mezz’età, tra tensioni familiari, lavorative e l’impossibilità di vivere una relazione affettiva in maniera non morbosa. L’incontro e la notte passata tra parties e discoteche portano all’esplicitazione e alla manifestazione di tutte le tensioni intime che minano la stabilità dei tre: la massiccia dose di alcool e droghe assunta dagli amici non conduce esclusivamente al degrado, ma anche al palesamento di un enorme dolore, vera ruota motrice delle loro vite, coperto a malapena dalle consuetudini e convenzioni della quotidianità.

“After” è diretto da Alberto Rodriguez, cineasta iberico al suo quarto lungometraggio, influenzato a suo dire dai racconti di Carver e dai primi lavori di Cassavetes. Il film è costruito secondo una struttura geometrica che presenta la lunga notte per tre volte, secondo il punto di vista di ognuno dei protagonisti; il procedimento del racconto frammentario, seppure molto inflazionato, riesce a conferire spessore alla storia e profondità ai personaggi descritti con pennellate talvolta rapide talvolta più connotative.

La freddezza stilistica e il realismo conferito ai caratteri dei tre amici dalla sceneggiatura ed anche dalle eccellenti prove attoriali di Tristan Ulloa, Guillermo Toledo e Blanca Romero, dona forte attendibilità psicologica all’opera e delinea uno sconfortante quadro di alienazione ed irreversibile solitudine dei nostri tempi. Nessuna ancora di salvezza è data, la via d’uscita dalla disperazione è tanto tortuosa quanto lontana.

OneLouder

Uno sguardo attento e critico sull’uomo del ventunesimo secolo e sulla disperazione che può annidarsi dietro un successo di apparenza. Lavoro ben riuscito: le qualità dello stile registico, freddo ed elegante anche se non troppo personale, sono supportate dalla sensazione che Rodriguez abbia qualcosa da raccontare e lo faccia in maniera attenta e approfondita. Da vedere.

Pro

Contro

Scroll To Top