Home > Recensioni > Baciami Ancora

Tempo di ritorni

Li avevamo lasciati trentenni, confusi e in fuga. Li ritroviamo quarantenni, più o meno affermati, sempre un po’ in crisi, ma più riflessivi, romantici e determinati a costruire piuttosto che a fuggire.

Squadra vincente non si cambia e difatti per il seguito de “L’Ultimo Bacio”, Muccino ha riconfermato tutti, salvo Giovanna Mezzogiorno che è stata sostituita da Vittoria Puccini.

Le possibilità che la vita offre ai protagonisti di “Baciami Ancora” sono ancora una volta sorprendenti ed estreme, ci si trova davanti a tradimenti e riconciliazioni, a promesse e disattese, e ad un finale inaspettato quanto drammatico.
“Baciami Ancora” è la storia di tante storie d’amore, ma anche di storie di vita comuni, private e riconoscibili in tanti di noi.

OneLouder

Chi ha amato “L’Ultimo Bacio”, non potrà che apprezzare questo riuscito sequel. Molti erano curiosi di sapere che fine avrebbero fatto il confuso Carlo, l’autodistruttivo Paolo, il razionale Marco, il ribelle Alberto e l’imprevedibile Adriano. Storie che ci hanno appassionato fin dall’inizio e che ci hanno fatto affezionare a personaggi così ben interpretati. Un unico appunto appare doveroso: nonostante la discreta bravura della Puccini, Giulia per noi aveva il volto, i modi di fare e la tensione emotiva della Mezzogiorno. La sostituzione non è facile da digerire.

Pro

Contro

Scroll To Top