Home > Recensioni > Batman – Il Ritorno

Il Circo è arrivato in Città

Quella di superare in poetica e bellezza, nonché di segnare precise e fondamentali svolte stilistiche, non è una caratteristica comune ai sequel. Eppure “Batman Returns” è tutto questo e qualcosa di più.
Reduce dai successi di critica e botteghino di “Batman” ed “Edward Mani Di Forbice”, Burton viene chiamato da mamma WB a dirigere “Batman Returns”, nella speranza di riconfermare i guadagni che fino ad ora l’enfant prodige non ha mai mancato di portare a casa.

È qui che Timothy stupisce tutti, portando in scena una pellicola che affronta con notevole maturità il tema della dualità dell’animo umano, dell’alienazione e dell’abbandono, da sempre particolarmente cari al regista. Grazie alle straordinarie interpretazioni di Danny De Vito (uno strepitoso Pinguino) e Michelle Pfeiffer (Catwoman), Burton realizza un capolavoro di ampio respiro, travolgendo ed emozionando lo spettatore con una vera e propria esplosione di immagini.
Anche Michael Keaton (ancora una volta nei panni di Bruce Wayne) dimostra una notevole capacità di adattamento, impreziosendo il suo Batman di una profondità espressiva rimasta ancora oggi ineguagliata.

Da notare la cura maniacale con cui Burton alleste la sua opera, dimostrandosi maestro nel rendere la visione d’insieme a partire dal particolare, dipingendo una Gotham City che, da semplice città oscura, si trasforma in un vero e proprio “Cirque de Grotesque”, con tanto di pagliacci e acrobati baroccamente abbigliati.
Insomma, un capolavoro vero.

OneLouder

Strano a dirsi, fu proprio questo film a decretare la fine del matrimonio fra Burton e l’Uomo Pipistrello di Gotham, vuoi perché il pubblico americano è poco incline a riconoscere il capolavoro nel kolossal quando questo si situa leggermente fuori dai canoni, vuoi perché il gusto per il grottesco e l’alienazione forse nel ’92 era già sentito come demodé. Resta il fatto che questo film ha più cose da dire di quante non ne dicano tutti gli altri film sui supereroi messi insieme, cavalieri oscuri e guardiani compresi.

Pro

Contro

Scroll To Top