Home > Recensioni > C’era Una Volta Pollon…

Un Olimpo tutto da ridere

“Sulla cima dell’Olimpo c’è una magica città, gli abitanti dell’Olimpo sono le divinità.” E potremmo continuare, sulla voce di una Cristina D’Avena dei bei tempi d’oro, dicendo che c’è anche una bambina “che ancora dea non è”, eccetera eccetera. Ovviamente stiamo parlando di Pollon, la figlioletta del dio Apollo che, episodio dopo episodio, percorre la lunga e faticosa scalinata che la condurrà, in un lieto fine assicurato, a diventare una nuova divinità dell’Olimpo. Tratto dal manga di Azuma Hideo (1977), l’anime fu trasmesso in Giappone tra il 1982 e il 1983 e subito dopo fece capolino anche in Italia. Con gioia di grandi e piccini… e forse qualche smorfia di sdegno da parte degli insegnati di lettere.

OneLouder

In soli due confanetti targati Yamato-Dolmen Video tutta la divinità di una serie che, nonostante il passare del tempo – tra poco festeggerà i suoi primi trent’anni! – non ha ancora perso il suo smalto. Il tratto caratteristico: una comicità serrata, tra battute al vetriolo e disegni buffi-buffissimi che proseguono a braccetto con un accompagnamento musicale altrettanto ironico e azzeccato. Insomma, la mitologia greca non è mai stata tanto divertente. E continua ad esserlo. Non solo per i nostalgici.

Pro

Contro

Scroll To Top