Home > Recensioni > Doppia Personalità

Mille facce senza volto

Quando la carne al fuoco è tanta, si sa, i rischi sono due: che una parte si bruci e/o che l’altra non cuocia abbastanza. Detto così suona presuntuoso ma a conti fatti “Doppia Personalità” (“Raising Cain”), scritto e diretto da un ambizioso De Palma, è più o meno questo.

Carter Nix è uno psicologo dell’infanzia e la sua ossessione, ereditata dal padre che svolgeva la sua stessa professione, sono le personalità multiple.
Carter Nix però ha un problema: essendo stato vittima degli esperimenti del genitore, possiede diverse personalità, ognuna istruita ad agire in situazioni diverse, come un’infinita e delirante staffetta.

Il soggetto del film è pieno di spunti interessanti, a tratti quasi geniali, il problema è il loro utilizzo. Un esempio lo danno i personaggi, curati e ben caratterizzati, ma spesso “buttati nella mischia” di un contesto complesso e tortuoso.
Tra i millemila personaggi e i loro ruoli l’identità del film viene dissipata ogni minuto sempre di più. Si passa infatti attraverso il thriller facendo talvolta
l’occhiolino all’horror e infarcendo il tutto con sprazzi di umorismo che però a fatica trova spazio. Il cast nell’insieme dà una buona prova: John Lithgow, già
rodato da De Palma in “Complesso Di Colpa” e “Blow Out”, si mostra abbastanza versatile nella rappresentazione delle varie personalità.

Inoltre, come da tradizione depalmiana, nel film troviamo un sacco di citazioni e richiami a “Psycho” e al cinema hitchcockiano in generale, al cinema dello stesso De Palma in qualche forma autocelebrativa e al voyeuerismo quasi onnipresente nelle produzioni del regista.

Sebbene bistrattato dalla critica, “Doppia Personalità” è un film che trova nella mancanza di “spazio” il suo vero nodo. Nonostante il ritmo sia buono la durata del film non lascia infatti sufficiente respiro all’esplorazione rendendo il tutto un po’ asfittico e affannoso.
Né catastrofico, né da Oscar, resta senz’altro un buon thriller per passare una serata, in assenza di meglio da vedere.

Scroll To Top