Home > Recensioni > El Campo

Correlati

Viaggio nella testa di una donna

In questo film, mettetevi il cuore in pace, non succede nulla. L’azione più vivace consiste nella morte (vera, ahimé) di una lepre e nel suo conseguente smembramento. Per il resto, “El Campo“, che ha per protagonisti due bellissimi attori, che te li mangeresti con gli occhi, è immobile…
Procede per simboli e sottrazioni. Racconta di una coppia con figlia piccola che va a vivere in mezzo al nulla. Lui ha un sogno, vuole allevare cavalli. Lei — a mano a mano che la storia procede — odierà sempre più quel posto, diventerà maggiormente aggressiva e angosciata. Poi, miracolosamente, scenderà a patti con il campo, con la morte, con l’idea della caducità della vita (lo spettatore non comprende però appieno le ragioni di lei, perché vive tutta la storia atteraverso gli occhi di lui)

OneLouder

Un film basato sui personaggi, che sono intensi e convincenti, oltre che sicuramente innamorati. Quando il mondo di Elisa si incrina, è credibile, ma lo è molto meno quando improvvisamente cambia idea e fa la pace con ciò che per tutto il film ha odiato (MA costringe il martito in ogni caso a partire, come se in realtà nulla fosse andato a posto).

Scroll To Top