Home > Recensioni > Fast & Furious – Solo Parti Originali
  • Fast & Furious – Solo Parti Originali

    Diretto da Justin Lin

    Data di uscita: 17-04-2009

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Sempre più fast, sempre più furious

Ammettiamolo: il ritorno di Vin Diesel e compagnia – in sostanza della serie “Fast And Furious” – lasciava tutti perplessi. Se infatti il primo capitolo della serie aveva fissato un nuovo standard di tamarraggine creativa, il secondo e il terzo erano trascurabili e avevano in parte rovinato il buon nome della franchigia.
“Fast And Furious – Solo Parti Originali” aveva quindi tutte le carte in regola per essere un flop, e la curiosità era legata soprattutto al ritorno del nerboruto Vin al volante di qualche bolide ruggente.

Be’, a volte fa piacere essere smentiti. Il nuovo “F&F” è quello che deve essere – e un po’ di più.
Non ci dilungheremo troppo parlando dell’azione, ingrediente necessario e sufficiente in un film del genere. Ci limiteremo a dire che è frenetica, divertente, visivamente spettacolare e aggiornata al 2009. Soprattutto, non è eccessiva e non soffoca la trama.

Già, perché “F&F” non si regge solo su macchinoni, belle gnocche e incontri-scontri tra i badass Vin Diesel e Paul Walker. C’è addirittura una trama, una classica storia poliziesca che coinvolge spacciatori, doppiogiochisti, traditori e l’FBI. Il mondo delle corse illegali funge così solo da cornice, nella quale si inserisce alla perfezione il dualismo tra il criminale dal cuore d’oro e il poliziotto cattivo. Persino il cast di supporto risulta efficace, a partire dalle “solite” Michelle Rodriguez e Jordana Brewster, con una menzione particolare per l’inquietante Laz Alonso.

Non tutto fila liscio, ovviamente: dopo una sequenza iniziale da urlo il film rallenta e si sfilaccia, per poi riprendersi nella seconda metà; senza per questo perdere l’occasione per disseminare buchi di sceneggiatura e qualche colpo di scena un po’ forzato. Poco male comunque, perché arrivati alla fine delle quasi due ore di “F&F” non si può che essere soddisfatti: il buon nome della serie è salvo.

OneLouder

Testosterone, adrenalina e ormoni vari: su questo si è sempre retta la serie di “Fast And Furious” e su questo continua a reggersi. Il quarto capitolo lo fa meglio dei due precedenti, arrivando quasi al livello del primo. Se siete fan della serie, di Vin Diesel, dei macchinoni o della gnocca aggiungete pure un punto alla valutazione finale.

Pro

Contro

Scroll To Top