Home > Recensioni > Fratellanza – Brotherhood
  • Fratellanza – Brotherhood

    Diretto da Nicolo Donato

    Data di uscita: 02-07-2010

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Amore gay in seno al neonazismo

A causa di accuse diffamanti sulla sua omosessualità, il sergente Lars abbandona la carriera militare e, frustrato ed insoddisfatto, si lascia coinvolgere nelle attività di un gruppo neonazista che semina terrore picchiando barbaramente omosessuali e pakistani. Lars è affascinato dal senso di disciplina e di maschia comunità della confraternita e, pur disapprovando la cieca ideologia di violenza, intraprende il percorso di iniziazione sotto la guida di Jimmy. Vivendo a stretto contatto l’uno con l’altro, i due giovani si scoprono innamorati, ma l’amore dovrà scontrarsi con la difficoltà per Jimmy di accettare la propria omosessualità e con la paura di essere scoperti dal gruppo e condannati senza appello.

OneLouder

Vive di laceranti contrasti l’esordio al cinema di Nicolo Donato. Realistico nella descrizione della comunità neonazista, violento fino all’insostenibile in almeno un paio di scene e poetico nel tratteggiare lo sbocciare dell’amore come un fiore nel deserto del male, “Brotherhood” pecca di qualche ingenuità strutturale e psicologica, ma il gioco delle contraddizioni e delle provocazioni è efficace e l’intensità scorre a fiumi. Echi lontani di “Querelle” di Fassbinder e “Cruising” di Friedkin ma senza la decadente equazione omosessualità = dannazione. I dannati qui sono tutti gli altri, quelli che (si) negano l’amore.

Pro

Contro

Scroll To Top