Home > Recensioni > Gangor

Giornalismo e arretratezza culturale a confronto

Upin è un fotoreporter che si è recato in un villaggio indiano per portare a termine un reportage sulla condizione delle donne. Quando si imbatte in Gangor, bellissima donna che sta allattando il suo bambino, ne rimane folgorato e decide di fotografarla. La foto viene pubblicata su tutti i giornali e la donna diventa preda dei soprusi degli uomini del suo villaggio, riuscendo a salvarsi solo grazie alla sua grandissima forza e alla sua determinazione, nonostante Upin faccia di tutto, spinto dal grandissimo senso di colpa, per aiutarla.

OneLouder

Film denuncia sulla condizione delle donne in alcune aree del nostro mondo, per ricordarci che ci sono ancora problemi sociali e culturali di grandissima portata. Al tempo stesso è anche un film sulla potenza del giornalismo e su come possa rivelarsi un’arma a doppio taglio se non gestito oculatamente. Contrassegnato da una linearità formale e stilistica, ha la sua forza nel contenuto e nell’emozionante e coinvolgente finale, seppur non manchino momenti e digressioni evitabili, sottolineati con un’enfasi eccessiva, anche se mai retorica.

Pro

Contro

Scroll To Top