Home > Recensioni > Gardener Of Eden – Il Giustiziere Senza Legge
  • Gardener Of Eden – Il Giustiziere Senza Legge

    Diretto da Kevin Connolly

    Data di uscita: 20-06-2008

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

La rivincita dello sfigato

Alla periferia di New York, in quel New Jersey spesso narrato dal cinema degli ultimi anni, Adam si dibatte tra la pigra e comoda immobilità del suo loop amicale, formato da beoni senza ambizioni, e la spinta a fare qualcosa per cambiare la situazione. La disperazione nutrita da numerosi fallimenti contribuisce a generare un insoddisfazione profonda verso il mondo, considerato ingiusto nel suo accanimento verso i buoni. La carica negativa viene veicolata nella decisione di cambiare il proprio, di mondo.
Adam si trasforma così in un improvvisato eroe a caccia di cattivi, nel tentativo di riequilibrare la bilancia della giustizia universale.
Lukas Haas (per la cronaca, era il bambino di “Witness”) ha la faccia giusta per calarsi nei panni dell’emarginato in crisi esistenziale. Il contorno è esemplare: padre reduce del Vietnam e drogato, madre egoista e ipocrita, amici mediocri e ragazza violentata di fresco.
La voce off e l’impianto a tratti caricaturale giustificano certe scelte, anche se non convincono pienamente, indebolendo il lato critico del film. Ciò che manca veramente però – e si sente – è una mano sicura che amalgami la pellicola, vittima innocente (i presupposti c’erano) di un andamento altalenante che smorza l’interesse con eccessiva velocità.
Ma si può sperare: in fondo il regista Patrick Connolly è al primo lungometraggio. Bravo Ribisi nella caricatura dello spacciatore.

Scroll To Top