Home > Recensioni > Genitori In Trappola

Libero amore

Allie e Annie hanno undici anni, vivono una in California e l’altra a Londra e sono caratterialmente diversissime ma si ritrovano nello stesso campo estivo nel Maine – che esiste veramente ma si trova nel North Carolina.

Inizialmente tra le due nasce una situazione di conflitto e rivalità ma scopriranno presto di essere sorelle gemelle: ii loro genitori Lizzie e Nick hanno infatti deciso, dopo il divorzio, di prendere ciascuno la custodia di una delle due figlie.

Le bambine alla fine del campo estivo decidono così di scambiarsi i ruoli per obbligare i loro genitori ad incontrarsi di nuovo e – forse – a risposarsi: il piano sembra essere perfetto, ma qualcosa non va per il verso giusto: c’è una nuova donna nella vita del padre, giovane, bella e sua futura moglie.

Film da rivedere nel tempo, la trama scorre liscia e non ci sono tempi morti, fluido e armonico, adatto per una serata spensierata.

È un remake del “Il Cowboy Con Il Velo Da Sposa” del 1961, anch’esso tratto dal romanzo “Carlottina e Carlottina” di Erich Kästner.

OneLouder

Qual è il fulcro realmente significativo di questo film che tutti noi, ormai, abbiamo visto centinaia di volte? Si inizia con un’argomento poco piacevole: due gemelle separate alla nascita, e nessuna delle due sa dell’esistenza dell’altra. Però l’amore e il fato sovrastano tutto e come per incantesimo le due (identiche nell’aspetto esteriore ma opposte nei comportamenti) si ritrovano e decidono di avere un’unico scopo: l’amore… però questa volta quello dei due genitori. Amore…amore…amore….ecco il centro di tutto.

Pro

Contro

Scroll To Top