Home > Recensioni > Harry Potter E I Doni Della Morte – Parte II
  • Harry Potter E I Doni Della Morte – Parte II

    Diretto da David Yates

    Data di uscita: 13-07-2011

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Eccoci, finalmente

I libri di questa serie – già conclusa dalla ormai multimilionaria J.K. Rowiling nel 2007 – erano sette. I film, a sorpresa, sono otto, in seguito alla scelta di dividere in due parti l’ultimo capitolo delle avventure del maghetto con la cicatrice a forma di fulmine. E, dopo una prima metà decisamente ombrosa, in questa ultimissima pellicola si assiste al rush finale, al combattimento decisivo tra Harry, aiutato come sempre dagli amici Hermione e Ron, e Tom Riddle alias Voldemort. Il tutto, per la prima volta, in 3D. Ritroviamo quindi Voldemort che ha recuperato la bacchetta di sambuco appartenuta a Silente, Piton che è preside di una Hogwarts ormai irriconoscibile e il trio dei giovani protagonisti ormai alla soglia della completa maturità.

OneLouder

La serie cinematografica di Harry Potter ha alternato momenti più o meno felici – da segnalare in particolare il terzo, bellissimo, capitolo – ma sempre mantenendo alti gli standard. Con quest’ultimo capitolo, il discorso non cambia, con però un grosso “ma”. Proprio la scelta di scindere in due il finale ha prodotto una prima metà estremamente lenta e noiosa e una seconda metà più frenetica e incalzante, ma che avrebbe potuto inglobare in sé anche tutto lo psicologismo (molto interessante) della prima. In ogni caso, epico ed emozionante. Peccato solo per la coda finale che – senza nulla anticipare – risulterà ai più decisamente patetica.
Paolo Valentino

“I Doni Della Morte Parte 2″ non deluderà assolutamente le aspettative dei fan della serie rischiando però di vertere spesso su un versante onanistico-autoreferenziale. Se la prima parte del film ci aveva abituato a ritmi più blandi e riflessivi questa seconda parte invece sarà incentrata in particolar modo sull’azione con numerose scene di battaglia impreziosite dall’uso del 3D. Signori e signore, il finale col botto!
Dario Iocca

Pro

Contro

Scroll To Top