Home > Recensioni > Ho Cercato Il Tuo Nome
  • Ho Cercato Il Tuo Nome

    Diretto da Scott Hicks

    Data di uscita: 25-04-2012

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Passione e zucchero all’americana

Nicholas Sparks è tra i romanzieri più amati al mondo. I suoi polpettoni rosa, uno su tutti “I Ponti Di Madison County”, hanno venduto ottanta milioni di copie nel mondo, cinquanta delle quali soltanto negli Stati Uniti. E non è un caso. Anche in questo “Ho Cercato Il Tuo Nome“, che il regista Scott Hicks trae da uno dei suoi libri, c’è infatti una storia che trasuda orgoglio e atmosfere a stelle e strisce da ogni poro. Protagonista un giovanissimo ex marine (uno Zac Efron cresciuto, con tanto di barba incolta), che durante una delle sue missioni in Iraq trova la foto di una ragazza – bellissima, biondissima, Taylor Schilling – che, come per magia, gli salva la vita in parecchie occasioni. Tornato in patria si mette sulle sue tracce, con un unico desiderio: dirle grazie. Ma quando se la ritrova davanti, tutto cambia…

OneLouder

Idea non malvagia, quella della storia romantica a partire dalla foto di una sconosciuta, peccato che qualsiasi elemento di questa vicenda – è proprio il romanzo di partenza a essere pessimo – è un cliché fatto e finito. Evviva i marine, che si sacrificano per la patria, evviva le vecchie e sagge mamme americane, evviva le giovani e intraprendenti ragazze madre che hanno sposato il classico bellimbusto conosciuto al liceo, e così via. Consigliato solo ai palati davvero zuccherosi.

Pro

Contro

Scroll To Top