Home > Recensioni > I Segreti Della Mente
  • I Segreti Della Mente

    Diretto da Hideo Nakata

    Data di uscita: 02-09-2011

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

L’oriente occidentalizzato non è poi così vincente

William, diciassettenne con un passato burrascoso e con problemi in famiglia, apre una chatroom per invitarvi coetanei assillati da varie problematiche. I ragazzi vengono attirati dal suo apparente sapersi correlare con i piccoli o grandi drammi che li coinvolgono, senza sapere, però, che sono stati catturati in una trappola mentale, volta alla manipolazione delle loro personalità. Uno di loro verrà quasi spinto al suicidio, anche se gli altri faranno di tutto per fermare la follia del loro idolo fasullo…Da Hideo Nakata, tra i pionieri del j-horror, padre di un film perturbante e angosciante come “Ringu”, davvero non ci saremmo mai aspettati un film così piatto, incolore, banale e per certi versi addirittura retorico.

OneLouder

Aveva già leggermente deluso con “The Incite Mill”, ma questo suo passaggio in Occidente, con una produzione inglese alle spalle, lascia davvero a desiderare, pur basandosi sulla brillante idea di dare effettivamente vita ad un mondo virtuale, compito che pellicole ben più illustri sono riuscite a raggiungere con migliori risultati. Tra personaggi insulsi, sceneggiatura ridondante e claudicante e narrazione prevedibile, davvero si fatica a riconoscere la mano dura e molto personale di un regista che forse si è smarrito per strada.

Pro

Contro

Scroll To Top