Home > Recensioni > Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno

Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno

“La notte è più buia subito prima dell’alba”

Sette anni dopo l’uscita del primo capitolo “Batman Begins” e a quattro da quella del secondo e acclamato “Il Cavaliere Oscuro” la trilogia del Pipistrello di Gotham diretta da Christopher Nolan giunge a conclusione. Avevamo lasciato il nostro eroe solo contro tutti, ridotto a fuorilegge per essersi preso la responsabilità della morte del procuratore Harvey Dent e affranto dall’uccisione dell’amata Rachel Dawes.
Otto anni dopo quei tragici eventi Bruce Wayne ha definitivamente dismesso i panni del giustiziere mascherato conducendo un’esistenza ascetica tra le mura della sua lussuosa villa. Ma una nuova minaccia sta per incombere su un’apparentemente placida Gotham, questa volta il Cavaliere Oscuro non potrà non essere della partita.
La resa dei conti è iniziata.

OneLouder

Assurto ormai da anni al ruolo di novello cantore di epica moderna, Christopher Nolan mette definitivamente la parola fine, ricorrendo all’ormai consueto cast di aficionados, alla più riuscita rivisitazione cinematografica di una serie a fumetti, mutata sempre più nelle vesti di un finissimo thriller psicologico.
La spettacolarità naturalmente abbonda, alcuni personaggi vivono di luce propria e in certi passaggi si odora un cinema di grandissimo livello, tutto questo però non salva Nolan, forse troppo compiaciuto di aver definitivamente alzato l’asticellla intellettuale dell’intrattenimento cinematografico, dal cadere in fallo in soluzioni contraddittorie e lacunose.

Pro

Contro

Scroll To Top