Home > Recensioni > Il Piccolo Nicolas E I Suoi Genitori
  • Il Piccolo Nicolas E I Suoi Genitori

    Diretto da Laurent Tirard

    Data di uscita: 02-04-2010

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Fumetti retrò in salsa francese

Un film tratto da un fumetto francese, o più precisamente da una serie di brevi racconti illustrati. Come Asterix, ma senza Galli. Protagonisti, invece, una squadra di marmocchi francesi sugli otto anni.
Traumatizzato dalla favola di Pollicino, il piccolo Nicolas teme di essere abbandonato nel bosco dai genitori non appena nascerà il suo fratellino. Assieme ai suoi amici dai nomi bislacchi, inventa un piano per salvarsi: farà rapire il neonato da un gangster e nasconderà il bambino in un rifugio in campagna.
Un successo in Francia, dove il personaggio è conosciutissimo da 50 anni, mentre da noi, ai più, non risveglierà nessunissimo ricordo. Nel cast, oltre a Kad Merad, interprete di “Giù Al Nord”, l’esordiente Maxime Godart, bravissimo nei panni del giovane protagonista.

OneLouder

I fumetti, al cinema, è sempre un rischio portarli. E, soprattutto, esportarli dove nessuno li conosce. Però la mano di Goscinny si vede, la trasposizione graziosa e il film delicato. Meno riuscito quando descrive i bambini, godibilissimo quando se la prende con gli adulti.
Insomma, ci potete andare tranquillamente con nipotino, sicuri di non passare due ore di agonia a guardare compulsivamente l’orologio. Non non è i Peanuts, né Calvin e Hobbes (e dio ci salvi da un’eventuale versione cinematografica) ma si lascia apprezzare e ha un gradevole gustro retrò.

Pro

Contro

Scroll To Top