Home > Recensioni > In The Cut

Scure passioni

Frannie è un’insegnante di lettere di New York che, nell’aiutare un suo studente in una tesi sul serial killer John Gacy, si troverà coinvolta in una serie di omicidi scioccanti e travolta dalla passione per l’ombroso poliziotto Malloy.
Meg Ryan sveste i panni della ragazza della porta accanto e riesce ad essere credibile nel suo primo vero ruolo drammatico. Mark Ruffalo le tiene testa degnamente.

OneLouder

Un ritratto di donna questa volta meno riuscito: la regia torbida non si addice all’idea che la Campion ha del mondo femminile e l’ossessione per la sessualità della protagonista non è resa fruibile.
Una regia poco attenta, una sceneggiatura che pur seguendo un filo logico non riesce a costruire né il pathos necessario né l’interesse di chi assiste ad una narrazione poco omogenea e convincente.
Poca sensibilità, pecca soprattutto di questo.

Pro

Contro

Scroll To Top