Home > Recensioni > L’Incredibile Viaggio Della Tartaruga
  • L’Incredibile Viaggio Della Tartaruga

    Diretto da Nick Stringer

    Data di uscita: 23-10-2009

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Lungo le correnti della vita

Lungo le invisibili strade del mare, fatte di correnti calde, vortici, mari stagnanti o tempeste, si snoda il lungo e “incredibile” viaggio della tartaruga di mare, che nasce dalla terra e qui ritorna, una volta adulta, per depositare il suo dono di vita.

Comincia proprio con la schiusa delle uova e con la corsa verso il mare dei piccoli di tartaruga questo documentario di Nick Stringer: una scena vista e rivista in decine di sequenze televisive, ma che sorprende sempre, perché in grado di porre lo spettatore di fronte alla tenerezza e alla crudeltà della vita. In poco meno di un’ora e mezzo di pellicola, poi, “L’Incredibile Viaggio Della Tartaruga” segue il rettile – sempre più grande, con la corazza sempre più solida – attraverso l’Oceano Atlantico, dando spesso uno sguardo alla fauna che lo circonda: dai cavallucci marini ai granchi, fino agli squali bianchi.

A dar voce al racconto di questo viaggio troviamo Paola Cortellesi, una presenza che ispira simpatia, più per il suo nome, però, che per l’effettivo contributo a questo documentario, dal momento che l’attrice qui si limita a un rigoroso lavoro di doppiaggio, senza aggiungere nulla di personale alla narrazione e a questo piacevole piccolo film rivolto in particolar modo ai piccoli spettatori.

OneLouder

I documentari naturalistici al cinema, specie quando raccontati da un big della televisione – come nel caso di Fiorello e della “Marcia Dei Pinguini” – piacciono sempre. In questo caso ne abbiamo una versione più soft, più naif, ma sempre emozionante. E alla fine del film la tartaruga non può che diventare metafora della nostra stessa esistenza.

Pro

Contro

Scroll To Top