Home > Recensioni > L’Isola Delle Coppie
  • L’Isola Delle Coppie

    Diretto da Peter Billingsley

    Data di uscita: 04-12-2009

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Natale in Polinesia

Quando Jason e Cynthia (Bateman e Bell), coppia sposata e senza figli nonostante gli innumerevoli tentativi – confessano ai loro migliori amici di essere ad un passo dal divorzio, proprio loro che agli occhi degli altri avevano sempre rappresentato la “coppia perfetta”, le alternative non sembrano molte: l’unica cosa da fare è ovviamente partire per una vacanza di gruppo a Bora Bora in un centro specializzato in terapia di coppia.

Tra equivoci istruttori di yoga, maestri spirituali dell’ultim’ora e tirannici organizzatori, le quattro coppie in vacanza si troveranno loro malgrado a riconsiderare i rapporti sentimentali che le uniscono.

Le premesse per una commedia disimpegnata e divertente c’erano tutte, la curiosità anche: il film è infatti la prima prova da sceneggiatore per Vince Vaughn, che firma il copione assieme all’amico e coprotagonista Jon Favreau.
Dire che le aspettative sono state deluse però è purtroppo un misero eufemismo per un film che non ne azzecca una neanche per sbaglio: moralista, vagamente razzista, costruito su gag infarcite di noiosissime allusioni sessuali e cliché sulle relazioni uomo-donna vecchi come il Creato. Come se non bastasse il film è qua e là infarcito di terribili dissertazioni sul matrimonio e sulla vita di coppia, che vanificano così anche la più umile speranza di gustarsi una commedia senza pretese.

Non è un caso, allora, se le poche scene divertenti sono quelle che vedono i gruppi separarsi per sesso e non per coppia (la scena di Guitar Hero è forse la migliroe del film), ma non bastano neanche lontanamente a salvare una sceneggiatura che fa acqua da tutte le parti.

OneLouder

Il film è stato un flop di incassi negli Stati Uniti, pessimo campanello d’allarme per una commedia potenzialmente allettante. Ma d’altronde dalle nostre parti i film che sembrano girare attorno alla pubblicità di un’agenzia di viaggi più che a una vera trama hanno sempre trovato discrete fette di interessati, soprattutto quando si avvicina il Santo Natale. Non dite però che non vi avevamo avvisati.

Pro

Contro

Scroll To Top