Home > Recensioni > La Madre

L’ombra oscura della Madre

Le primissime sequenze del film – un padre che, all’indomani degli scandali finanziari, uccide colleghi e moglie e scappa con le figlie in una disperata corsa in auto – non lascerebbero nemmeno sospettare che il resto del film sarà un fantasy horror capace di risvegliare non pochi incubi sopiti. Eppure, è proprio questa la magia di questa fiaba, che parte da elementi molto concreti per oltrepassare il limite del sovrannaturale.

Jeffrey, papà di Victoria e Lilly – tre e un anno –, perde il controllo dell’auto e, salvatosi miracolosamente, porta le figlie nel bosco finché non trova una casetta abbandonata. In cui però, subito, la figlia Victoria avverte una presenza. È lei, la Madre, una creatura che nei successivi cinque anni si prenderà cura delle bambine.

Finché lo zio Lucas, che vive con la rocker Annabel, non riuscirà a trovarle. Le due bambine, cresciute allo stato selvaggio, dovranno compiere un processo di riadattamento alla civiltà, seguite da medici specializzati. Ma c’è sempre qualcosa di misterioso a circondarle. La Madre, infatti, non ha mai smesso di seguirle.

OneLouder

Bella sorpresa, ma il nome di Guillermo Del Toro, produttore, è una garanzia, ormai. “La Madre” è una fiaba contemporanea, che vive di quel crescendo di emozioni e paura tipico del miglior cinema horror. Grande tensione, convincente la recitazione delle due bambine, decisamente inquietanti, e suggestivi gli effetti speciali. Forse melenso il finale, ma una fiaba è una fiaba, senza contare che – non anticipando nulla – non siamo comunque di fronte al classico happy ending.
Paolo Valentino

“La Madre” è un horror onesto e ben costruito, che attinge al filone che andava di moda qualche anno fa, quello dei film-di-paura-che-iniziano-con-THE, rifacendosi in particolare a “The Ring” e “The Grudge”. Le bambine protagoniste aggiungono un elemento realmente disturbante alle classiche meccaniche da “boo movie”, anche grazie a un’interpretazione notevole. Poco incisiva invece Jessica Chastain nei panni di Jared Leto e suo marito sosia di Sean Bean.
Paolo Iasevoli

Pro

Contro

Scroll To Top