Home > Recensioni > La Memoria Del Cuore
  • La Memoria Del Cuore

    Diretto da Michael Sucsy

    Data di uscita: 25-07-2012

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Se tua moglie non ricorda più chi sei

Forte del successo riscosso — primo film del 2012 a superare la fatidica soglia dei 100 milioni di dollari negli USA — “La memoria del cuore” è un dramedy in perfetto stile hollywoodiano ispirato a una storia vera, che si avvantaggia del glamour della coppia di protagonisti, Rachel McAdams e Channing Tatum.

Una giovane coppia di sposi ha un incidente d’auto, lui ne esce illeso ma lei subisce un trauma e al risveglio si scopre che ha perso la memoria: non riconosce più l’uomo che dice di amarla e che è suo marito. L’obiettivo dell’eroe è riconquistare la moglie facendola reinnamorare, ma come ogni sceneggiatura hollywoodiana che si rispetti, sorgeranno degli ostacoli: la famiglia di lei cerca di sfruttare l’amnesia per allontanarla dal marito e dalla vita d’artista, che disapprovavano, e portarla sui binari da loro preimpostati, vale a dire una brillante carriera d’avvocato e il matrimonio con l’ex promesso sposo pieno di soldi.

OneLouder

Dopo le prove di “2 single a nozze” e “Un amore all’improvviso” la McAdams, ammirata per la dolcezza del suo adorabile visino da brava ragazza, e per la versatilità nella commedia – Woody Allen l’ha scelta per il suo “Midnight in Paris” — torna a cambiare colore di capelli e a sorridere perennemente, tranne che per i lacrimoni sinceri nel momento della climax, che qui corrisponde al momento di rottura tra i due protagonisti, prima del finale conciliatorio, ovviamente, con una punta di melenso. Tatum invece è sorprendentemente monoespressivo, non ci si ricorda che abbia battuto ciglio per tutti i cento e passa minuti. La storia a cui si ispira il film è vera, ma sullo schermo la mistificazione della realtà fa sorridere un po’.

Pro

Contro

Scroll To Top