Home > Recensioni > La Pelle Che Abito
  • La Pelle Che Abito

    Diretto da Pedro Almodóvar

    Data di uscita: 23-09-2011

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Una pelle un po’ scomoda

Ci aveva lasciati con una metariflessione sul cinema di genere e oggi ritorna con un film metaalmodóvar, in cui lo spirito grottesco degli esordi è rivistato attraverso la lente del manierismo visivo a cui il regista spagnolo aveva ormai abituato i suoi spettatori negli ultimi anni.
Robert Ledgard è un ricercatore specializzato in tessuti epiteliali artificiali, un passato da glorioso chirurgo plastico, che ha appena messo a punto una pelle artificiale, molto più bella e resistente di quella umana. Osteggiato dalla comunità scientifica per questioni di bioetica, l’uomo nasconde nella propria abitazione una bellissima donna, ostaggio dei suoi esperimenti. Il cui passato è molto più misterioso di quanto si potrebbe pensare.

OneLouder

Ecco un altro capitolo della parabola discendente, quasi in picchiata si potrebbe dire, del regista spagnolo capace tanto di un esordio fulminante tanto di una generosa maturità artistica – “Volver” in primis – che ha prodotto memorabili perle cinematografiche. “La Pelle Che Abito” è grottesco ma imbellettato, raffinato ma impacciato, assurdo ma si prende sul serio. Non sta, insomma, a suo agio nella propria pelle. Effetto voluto? Può darsi, ma il risultato proprio non convince.

Pro

Contro

Scroll To Top