Home > Recensioni > Le Cronache Di Narnia: Il Principe Caspian
  • Le Cronache Di Narnia: Il Principe Caspian

    Diretto da Andrew Adamson

    Data di uscita: 14-08-2008

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

La nuova strada del ritorno a Narnia

Era il Natale del 2005 quando “Il Leone, La Strega E L’Armadio” fece capolino nelle sale italiane. In quel caso era la neve l’elemento essenziale del paesaggio di Narnia. Ora, con l’uscita di “Le Cronache Di Narnia – Il Principe Caspian” in piena estate 2008, il ritorno dei fratelli Pevensie al loro amato regno fantastico è invece all’insegna di un paesaggio oceanico neozelandese.

Un anno è trascorso dagli eventi del primo episodio e a Peter, Susan, Edmund e Lucy, abituati ormai alla vita di corte e all’amore dei propri sudditi, i panni dei ragazzini british stanno sempre più stretti. Così, un giorno, mentre attendono la metropolitana londinese, i quattro vengono misteriosamente ricatapultati a Narnia. Qui scoprono immediatamente che sono trascorsi 1300 anni dal tempo in cui loro governavano quelle terre, e che il potere è ormai detenuto dal popolo dei Telmarini – ovvero gli esseri umani – con a capo l’infido Lord Miraz, egregiamente interpretato dal nostrano Sergio Castellitto. Solo con l’aiuto del nipote di Lord Miraz, Caspian, legittimo erede al trono e per questo motivo perseguitato dallo zio, riusciranno a ricondurre il popolo di Narnia all’antico splendore.

“Il Principe Caspian” – lo si intuisce dopo appena poche sequenze – si configura come un prepotente voltar pagina nell’interpretazione della celebre saga di C. S. Lewis. Dalle atmosfere fantasy del primo episodio, tutte impregnate di spiritualità e misticismo, si passa a un film d’azione in cui metà della pellicola è dedicata a imponenti sequenze di battaglia. Ed ecco anche spuntare nella sceneggiatura personaggi in stile “Shrek”, come i divertenti topi combattenti, o momenti di pseudo-comicità che stemperano le punte di massima tensione della narrazione.

Insomma, coloro che hanno amato “Il Leone, La Strega E L’Armadio” non potranno che storcere il naso e provare un po’ di nostalgia durante la breve – ma molto intensa, tra le migliori del film – sequenza in cui la perfida strega dei ghiacci tenta di farsi rianimare da Caspian. D’altro canto, chi aveva criticato il primo “Narnia” per un eccesso di misticismo, avrà ciò che si aspettava. Quel che è certo è che la serie, nel suo complesso, ha perso decisamente credibilità.

Scroll To Top