Home > Recensioni > Mammuth
  • Mammuth

    Diretto da Benoît Delépine, Gustave de Kervern

    Data di uscita: 29-10-2010

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Semplicemente…

Serge Pilardosse (Gerard Depardieu) è un operaio di 60 anni non particolarmente brillante, giunto alla pensione dopo 45 anni di manovalanza varia. Costretto dalla macchina burocratica a presentare documentazione dei suoi ultimi 10 impieghi per ottenere la pensione, parte con la sua vecchia moto alla ricerca dei suoi vecchi datori di lavoro. Il viaggio, portandolo in contatto con una società che non gli appartiene e che lo considera uno scemo, ma anche con il suo passato, con una nipote “particolare”, con la vita che il lavoro gli aveva sottratto, cambierà in modo definitivo la sua visione del mondo.
Girato in Super16mm reversibile, “Mammuth” è la terza collaborazione della coppia Delépine/Kervern dopo “Aaltra” del 2004 e la commedia nera del 2009 “Louise-Michel”.

OneLouder

Accordandosi con un protagonista dotato di un cuore più sviluppato del cervello, il film si muove per suggestioni semplici e poetiche, come tessere di un puzzle che assume lentamente una forma inaspettata. Retto da un Depardieu dimesso, inusuale, sottotono, ma pur sempre grande, Mammuth è un film semplice e gustoso, come un buon piatto mangiato in famiglia. Lontano da tutto ciò che è roboante, un po’ più vicino al cuore.

Pro

Contro

Scroll To Top