Home > Recensioni > Mia Moglie Per Finta

Stanche gag e danze hawaiiane

Danny, noto chirurgo plastico di Los Angeles, si finge sposato per non impegnarsi in nessuna possibile relazione seria. La musica cambia quando incontrerà la donna dei suoi sogni e chiederà alla sua assistente di fingersi sua moglie e inscenare un divorzio.
Remake non dichiarato di “Fiore Di Cactus”, si ride a tratti ma non si salva dalla banalità aggravata da una regia assente e una sceneggiatura piena di buchi. Buono solo il cast femminile.

OneLouder

La coppia Dennis Duigan-Adam Sandler è ormai collaudata sui facili successi commerciali: “Mia Moglie Per Finta” è l’ennesimo titolo da aggiungere a una prolifica filmografia. Gag semplici ma stanche e banali, vicenda raccontata in tutte le salse, risate facili. A rendere il film almeno guardabile ci pensano Jennifer Aniston, la giovane e simpatica Broklyn Decker, e un cameo a sorpresa di Nicole Kidman, il personaggio più divertente del film.

Pro

Contro

Scroll To Top