Home > Recensioni > Millennium – Uomini Che Odiano Le Donne
  • Millennium – Uomini Che Odiano Le Donne

    Diretto da David Fincher

    Data di uscita: 03-02-2012

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Lisbeth angelo vendicatore

Il giornalista finanziario Mikael Blomkvist e la giovane Lisbeth Salander, investigatrice dal look e dai metodi poco ortodossi, collaborano fra i ghiacci della costa svedese per risolvere un caso misterioso avvenuto negli anni ’60: la scomparsa di Harriett Vanger, pupilla di una famiglia di potenti industriali. Le indagini portano a una sterminata scia di omicidi di altre donne e all’identikit di un serial killer con la fissa dei salmi biblici. Lisbeth, scontrosa, tatuata e stilosamente dark, ha sulla pelle tutti i segni di un passato di violenze e degradazioni, e si prenderà molto a cuore la missione di vendicare il corpo femminile.

Dal primo capitolo della trilogia di Larsson, il remake americano di “Uomini Che Odiano Le Donne” diventa nelle mani di un autore da sempre a suo agio nel rimestare fra le acque più torbide un thriller feroce, seducente e imperfetto.

OneLouder

Piuttosto che promettere assoluta fedeltà al romanzo avremmo preferito che David Fincher sforbiciasse qualche pagina in più. La narrazione si prende i suoi tempi ravvivata da improvvise, violente sterzate, e soltanto quando le storie parallele di Lisbeth e Mikael convergono il film decolla. Il giallo della ragazza scomparsa tuttavia è quasi ininfluente rispetto alla forza del personaggio di Lisbeth che, anche nella perforante incarnazione di Rooney Mara, vampirizza tutto il film, compreso l’obiettivo del regista. Una creazione letteraria che sembra nata per infiammare lo schermo.

Pro

Contro

Scroll To Top