Home > Recensioni > Nausicaa Della Valle Del Vento

Quando il fantasy incontra l’ecologismo

Le atmosfere che Hayao Miyazaki propone nel suo secondo lungometraggio sono quelle caratteristiche di un kolossal. Non sono però gli effetti speciali a impressionare lo spettatore, quanto più le incredibili sequenze animate dedicate agli scontri aerei e alle battaglie tra gli eserciti umani e i mastodontici insetti che popolano il pianeta.
Con “Nausicaa”, ci ritroviamo infatti catapultati in un mondo popolato dai resti di un’umanità distrutta da una catastrofe ambientale e da una popolazione di insetti che vive nel profondo di una foresta primordiale, percepita come una minaccia dagli umani superstiti a causa del suo diffondersi per mezzo di spore. È Nausicaa, principessa della Valle del Vento, a comprendere quanto invece sia preziosa l’attività della foresta, i cui alberi stanno ripurificando le falde acquifere. La ragazza è l’unica in grado di entrare in sintonia con gli animali e a promuovere quindi un dialogo tra le due specie, gli uomini e gli insetti, i quali stanno proteggendo la foresta primordiale da una nuova catastrofe.
Il vento è co-protagonista del film e lo troviamo legato a doppio nodo a Nausicaa, che viaggia sempre, spostandosi tra le correnti, a bordo di un e agile velivolo bianco, da contrapporsi alle enormi fortezze volanti e agli arei da combattimento.
Ecco allora che si delinea un preciso sistema di valori e si lancia un appello allo spettatore. L’uomo distrugge il pianeta ed è comunque all’uomo – o forse è il caso di dire alla donna, al centro della poetica di Miyazaki – intraprendere la strada della salvezza. Una strada di dialogo e di ascolto, che veda il diverso non come un nemico, ma semplicemente come altro da sé, così come fa il bambino, puro per antonomasia, quando si accosta al mondo esterno. Il messaggio è chiaro ed è veicolato da una riuscita estetica eccellente, che unisce immagini di grande impatto visivo a una colonna sonora, firmata da Joe Hisaishi, che emoziona e asseconda perfettamente lo svolgersi della narrazione.

Scroll To Top