Home > Recensioni > Nemico Pubblico – Public Enemies
  • Nemico Pubblico – Public Enemies

    Diretto da Michael Mann

    Data di uscita: 06-11-2009

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Carne, fuoco e sangue

Non c’è un solo uomo, un solo nemico, come il titolo italiano vorrebbe far supporre. Sono molti gli uomini a contendersi la scena e la gloria, impegnati in una guerra feroce, perché la Storia, il denaro, il potere e il caso hanno assegnato loro dei ruoli, e li hanno schierati. I criminali delle foto segnaletiche e i difensori della giustizia incensati dai cinegiornali.

E c’è una donna, Billie Frechette (Marion Cotillard), scelta, presa, amata da un uomo, John Dillinger (Johnny Depp) che le regala pellicce e promesse d’eternità; la promessa si rompe, e saranno altri uomini, i “nemici” di John, ad amarla al suo posto, sia pure per brevi attimi: l’uno, Melvin Purvis (Christian Bale), prendendola tra le braccia per proteggerla da una violenza vigliacca, l’altro, Charles Winstead (Stephen Lang), facendosi ruvido messaggero d’amore.

Michael Mann filma con occhio carnale, e divora tremante la pelle dei suoi personaggi, gli spazi in cui essi si muovono, perfino la fibra dei loro vestiti. E ancora il sangue, le ferite. Il cielo, gli alberi, la pioggia, il fuoco delle armi, l’intimità delle case e le architetture di banche, uffici e carceri.

Parole, spiegazioni? Poche. Come dice John a Billie dopo essersi raccontato, uomo e criminale, con una sintesi brutale: “Cos’altro c’è da sapere?”

OneLouder

Due ore abbondanti che filano via velocissime ma ti si avvinghiano addosso. Così, lentamente, tutto riaffora. Corpi, sguardi, fiamme, battute. Mann abbraccia la Storia e la brucia al fuoco, tremendo e splendente, delle Passioni.

Pro

Contro

Scroll To Top