Home > Recensioni > Ocean’s Eleven – Fate Il Vostro Gioco
  • Ocean’s Eleven – Fate Il Vostro Gioco

    Diretto da Steven Soderbergh

    Data di uscita: 21-12-2001

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Dopo 40 anni gli 11 di Ocean tornano a colpire

Appena uscito di prigione, Danny Ocean (George Clooney), raffinato ladro professionista, è gia pronto a colpire di nuovo. ll colpo da mettere a segno è quanto mai ambizioso, trattasi infatti di ben tre Casinò, tutti di proprietà dell’avido nonché coriaceo Terry Benedict (Andy Garcia). La vera rivalità con Benedict non ha però tanto a che vedere con il denaro, quanto con una questione decisamente più spinosa. La nuova fiamma di Benedict infatti non a caso è proprio Tess (Julia Roberts), ossia la ex-signora Ocean, la quale, stanca del “mestiere” e delle innumerevoli bugie del marito, se ne è separata. Sospinto dal vento dell’amore, Danny comincia a radunare in giro per l’America tutti i “professionisti” necessari per trasformare una missione suicida in un colpo da maestri, così in men che non si dica gli 11 di Ocean sono pronti a colpire. La squadra è composta da Rusty Ryan (Brad Pitt), abilissimo con le carte e carismatico leader, i fratelli Virgil (Casey Affleck) e Turk Malloy (Scott Caan), tanto esperti di auto e motori quanto litigiosi tra loro, dall’abile borseggiatore Linus Caldwell (Matt Damon) e dall’ “ingegnere” e addetto agli esplosivi Basher Tarr (Don Cheadle). Per rendere il tutto più sicuro servono però degli infiltrati, come Saul Bloom (Carl Reiner) che come copertura interpreta un ricco e sedicente trafficante d’armi, Frank Catton (Bernie Mac), che si fa assumere come dipendente, e infine le talpe vere e proprie, ovvero Livingston Dell (Eddie Jamison), che dissemina di cimici e mircocamere il Casinò, e Yen (Shaobo Qin), acrobata cinese nonché incredibile contorsionista, l’unico ad avere il physique du role per eludere i sistemi di sicurezza. L’intera operazione conta sul supporto economico di Reuben Tishkoff (Elliot Gould) ricco ex-proprietario di un Casinò, perso a causa di Benedict e quindi voglioso di rivalsa.
Questo film ripreso dal mitico “Colpo Grosso” di Lewis Milestone (1960) è un ottimo esempio di come un remake possa non per forza riscrivere, ma anche solo aggiungere elementi, aggiornarne altri, andando a consolidare quelli che erano i pilastri di un prodotto già vincente e donando loro naturale freschezza e attualità. Nelle sue quasi due ore di lunghezza il ritmo rimane costante, passando per situazioni comicamente improbabili e dialoghi sopra le righe, il tutto corroborato da un’ottima interpretazione (grazie anche ad un cast stellare) e da una colonna sonora Funky/Jazz davvero irresistibile. Senza dubbio un Remake con la R maiuscola.

Scroll To Top