Home > Recensioni > Pazze di me

Divertente ma sessista

Pazze di me” racconta di Andrea (Francesco Mandelli), un pover’uomo che deve vivere con mamma, nonna, badante e tre sorelle, tutte chiaramente isteriche e che gli boicottano i vari rapporti d’amore: alla fine riuscirà ad “aggiustarle” (questo è il termine che usa), ovviamente sistemandole ciascuna con un uomo.

Il personaggio più insopportabile è quello di Giulia, la fidanzata (Valeria Bilello, sì, è un cast all Mtv), cui poveretta, a differenza delle colleghe (in particolare di Paola Minaccioni, una scoppiettante badante rumena che ogni volta apre bocca fa morire dal ridere, della sciroccatissima Federica, interpretata da Marina Rocco e di una magistrale Loretta Goggi nel ruolo della mamma) non ha neppure una battuta ed è simpatica come una sonda anale.

OneLouder

Il film, divertente, con delle battute riuscite, vicola un messaggio di un sessismo insopportabile: le donne sono isteriche perché non fanno sesso (o perché lo fanno disordinatamente), ma, una volta che saranno sistemate con un uomo deciso, torneranno normali (ovvero miti).
I luoghi comuni sono continui, Mandelli parla romanaccio (e sembra Ruggero De Ceglie de “I Soliti Idioti”, sensazione amplificata dall’unica battuta che dice Fabrizio Biggio, ovvero: “Dica!”) e gli equivoci sono scontati (si veda la scena della spa), ma le battute sono a raffica. Da vedere Luca Argentero, grande anche in un minuscolo ruolo, Pif che fa Pif e Gioele Dix che fa Gioele Dix.

Pro

Contro

Scroll To Top