Home > Recensioni > Piovono Polpette
  • Piovono Polpette

    Diretto da Phil Lord, Chris Miller

    Data di uscita: 23-12-2009

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Animazione succulenta per Natale

Piacevolissima sorpresa natalizia, regalo succulento per gli affezionati del cinema d’animazione, “Piovono Polpette” è più che uno spuntino tra un film Pixar e l’altro, tra uno “Shrek” e una nuova “Era Glaciale”. Prodotto dalla Columbia Pictures e distribuito principalmente in 3D – la nuova normalità dell’animazione – propone uno standard del tutto nuovo, tra trovate comiche e curiose chicche nerd style.

Protagonista è appunto il nerdissimo Flint Lockwood, orfano di madre, e scienziato dalla nascita. Con lui vivono il padre, gestore di un negozio di sardine, e la scimmietta Steve, a cui Flint ha dato voce tramite un complicatissimo marchingegno traduci-pensieri. Per evadere dalla monotonia sardinesca della sua isola in mezzo all’oceano, Flint mette a punto un ritrovato che trasforma l’acqua in cibo… e, come nelle migliori tradizioni, questa invenzione gli sfugge ovviamente di mano.

Punto di forza del film, oltre all’originale character design, è la trama, ricca di personaggi e divertenti episodi tratti dal libro di Judi Barrett e Ron Barret. Insomma, con il suo umorismo indie e un surrealismo da videogame, “Piovono Polpette” si aggiudica a buon diritto il titolo di “film d’animazione 3D più letterario e visionario del 2009″. Da vedere.

OneLouder

Alle prime sequenze si pensa: ma varrà la pena restare qui sulla poltrona del cinema? E, una volta entrati nel mood giusto, la risposta è: assolutamente sì. Il mood, per spiegarci, è un po’ quello delle vecchie avventure grafiche della Lucas: “The Secret Of Monkey Island”, “Sam’n Max”, “Maniac Mansion” e company. Insomma, gioiellini videoludici…

Pro

Contro

Scroll To Top