Home > Recensioni > Qualcuno Da Amare
  • Qualcuno Da Amare

    Diretto da Abbas Kiarostami

    Data di uscita: 16-11-2012

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Kiarostami a Tokyo

Siamo in Giappone, a Tokyo. Chi è Akiko (Rin Takanashi), la ragazza fragile della quale condividiamo lo sguardo fin dai primi momeni? Perché racconta bugie al suo fidanzato? E qual è questo lavoro di cui Akiko discute con un uomo e che dice di non voler fare, o almeno non quella sera?

Qualcuno da amare” è l’ultimo film di Abbas Kiarostami, presentato a Cannes in concorso lo scorso anno e nelle sale italiane dal 24 aprile. Sceneggiatura impalpabile, struttura sfumata, personaggi (troppo) evanescenti.

OneLouder

Parte con vigore “Qualcuno da amare“, un vigore fatto di inquadrature rigide che comprimono la tensione sofferta dai personaggi e nutrono la curiosità di chi guarda verso un fuoricampo che si avverte minaccioso o solo mortalmente triste. Le carte però si scoprono presto e la nitida perfezione della regia non basta a reggere quasi due ore di dialoghi — penalizzati dal doppiaggio — che nulla aggiungono a vicende e personaggi purtroppo abbastanza ovvii.

Pro

Contro

Scroll To Top