Home > Recensioni > Questione Di Cuore
  • Questione Di Cuore

    Diretto da Francesca Archibugi

    Data di uscita: 17-04-2009

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Al cuore del cinema italiano

All’apparenza è un titolo molto brutto quello dell’ultimo film di Francesca Archibugi, ma del resto “Questione Di Cuore”, tratto dall’omonimo romanzo di Umberto Contarello, parla proprio di cuore, e sotto diversi punti di vista.

Cuore innanzitutto perché il film ha come protagonisti due cardiopatici, ovvero Alberto, sceneggiatore cinematografico del cinema di Roma “bene”, e Angelo, restauratore di auto d’epoca e bello del quartiere del Pigneto – Roma-borgata allo stato puro. I due vengono colti quasi simultaneamente da un infarto e si ritrovano nella stessa stanza d’ospedale.
E veniamo così al secondo cuore del film, che è rappresentato soprattutto dall’amicizia virile che si instaura tra i due, le cui diversissime estrazioni sociali si compenetrano a vicenda, trascinando con loro anche il destino delle rispettive compagne, mogli o fidanzate che siano.
Il terzo cuore, peraltro già citato, è la borgata del Pigneto, nocciolo della Roma proletaria ma anche del cinema italiano del secondo dopoguerra. È qui infatti che venne girato, tanto per citare un titolo, “Accattone” di Pier Paolo Pasolini. E non è un caso che Angelo, sceneggiatore, rappresenti un po’ il cinema italiano di oggi: al suo capezzale non troviamo una famiglia di sangue, ma un gruppo di attori, tra cui Carlo Verdone e Stefania Sandrelli.

La Archibugi fa di tutto questo una commedia intelligente e dai toni leggeri, con punte di comicità e di dolcezza che concorrono all’unico scopo di rendere il film realistico, senza sconti, ma non per questo drammatico. Ottima la scelta dell’accoppiata Albanese-Rossi Stuart, il bello e il brutto, il rozzo e il colto, e delle due controparti femminili, interpretate da Micaela Ramazzotti e Francesca Inaudi. Difetti particolari? Nessuno. Momenti indimenticabili? Pochi. Un battito piuttosto piacevole e regolare che si lascia vivere per un centinaio di minuti.

OneLouder

Bello è bello questo nuovo film di Francesca Archibugi. Il tema di interesse c’è: la cardiopatia. E chi l’ha tratto prima? Gli attori ci sono: Kim Rossi Stuart e Antonio Albanese, ma anche la Ramazzotti e la Inaudi. Gli spunti per una riflessione squisitamente cinematografica pure. Forse qualche guizzo registico in più avrebbe reso il tutto più – come dire? – speciale. Il risultato è invece un film gradevolissimo e molto intelligente, ma comunque nella norma.

Pro

Contro

Scroll To Top