Home > Recensioni > Rapunzel – L’Intreccio Della Torre
  • Rapunzel – L’Intreccio Della Torre

    Diretto da Nathan Greno, Byron Howard

    Data di uscita: 26-11-2010

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Miracoloso Disney touch

Rapunzel ha un dono che va preservato con cura: i suoi lunghissimi capelli d’oro hanno lo straordinario potere di ringiovanire e di curare ferite e malattie. Dopo aver vissuto diciotto anni prigioniera in una torre sotto la protezione sinistramente amorevole di Madre Gothel, la fanciulla ha un solo desiderio: andare a vedere da vicino le lanterne magiche che, ogni anno, si levano in cielo il giorno del suo compleanno. Quando un vanesio furfante di nome Flynn Rider si nasconde nella torre per sfuggire alle Guardie Reali, Rapunzel non si lascerà scappare l’occasione per esplorare il mondo esterno, assaporare la libertà e conoscere la sua vera identità.

OneLouder

Per il suo cinquantesimo film di animazione la Disney rielabora la fiaba dei Fratelli Grimm e, sotto la produzione esecutiva di John Lasseter, realizza un miracolo in perfetto equilibrio tra classicismo e modernità. Se la tecnica in CGI è eccellente e il 3D per nulla gratuito, è la capacità di giocare con autoironia sui propri stereotipi conservando intatti la purezza e l’incanto assoluti della fiaba che lascia stupiti. Visivamente sontuoso e denso di contenuti, “Rapunzel” diverte ed emoziona, regalandoci una principessa che regge finalmente il confronto con Ariel, Belle e le altre eroine del rinascimento Disney anni ’90.

Pro

Contro

Scroll To Top