Home > Recensioni > Revanche – Ti Ucciderò
  • Revanche – Ti Ucciderò

    Diretto da Götz Spielmann

    Data di uscita: 05-03-2010

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Il lato più dolce dell’odio

La vendetta con tutte le sue contraddizioni. È questo il filo rosso di “Revanche – Ti Ucciderò”, nominato lo scorso anno all’Oscar come Miglior Film straniero e firmato dal regista austriaco Gotz Spielmann. Da quando infatti la sua ragazza – Tamara, prostituta ucraina – è stata uccisa da un poliziotto durante un inseguimento, Alex ha un solo obiettivo: vendicare la sua morte. Sulle tracce del colpevole, il poliziotto Robert, già sconvolto dai sensi di colpa, Alex, lasciandosi alle spalle i vizi e i crimini della città, ritrova la campagna del vecchio nonno, tenutario di una piccola fattoria. Ma anche qui, tra mucche e persone di chiesa, le contraddizioni dell’animo umano non mancano di emergere.

OneLouder

Equilibrato e passionale come raramente succede, “Revanche” contrappone fin dalle prime sequenze la vita perfetta sullo sfondo della campagna, coi suoi prati verdi e le famiglie accoglienti, e il disordine morale cittadino, fatto di sesso a pagamento e di crimine organizzato. Ma il travaso tra i due mondi non è poi così difficile, ci suggerisce Spielmann conferendo così al protagonista Alex un ruolo chiave nella sua lettura della società contemporanea. Sceneggiatura da Oscar e regia non certo da meno. Da non perdere.

Pro

Contro

Scroll To Top