Home > Recensioni > Role Models

Bye bye Mr. American Pie

Protagonisti di questa storia sono due promotori di una bevanda energetica che girano i licei per convincere i ragazzi a dire NO alla droga; i due sono anche amici da una vita.
Un giorno uno dei due, al compimento dei dieci anni di carriera, si rende conto di non essere per niente soddisfatto della sua vita.
In seguito ad una rocambolesca serie di incidenti i due vengono spediti dai servizi sociali in un centro di bambini disadattati sotto la guida di un’eccentrica ex tossicodipendente, la cui droga ora è “l’amore per i bambini”.

Quello che ne consegue è una classica serie di gag, situazioni imbarazzanti, incidenti, equivoci e conversioni; tutto all’insegna dell’happy ending. Niente di nuovo sotto il sole.

Il film rientra perfettamente nei canoni della “new comedy” americana, il cui exemplum assoluto è “American Pie”, dal quale questo riprende molte situazioni, nonché il protagonista e notevoli dialoghi zeppi di allusioni e metafore sessuali.
“Role Models” è piacevolmente dissacrante: ogni tipo di morale, dalla religiosa alla familiare, vengono distrutte davanti ai vostri occhi, ma non ci si può trattenere dal ridere.
Nel finale viene però recuperato il più classico, e ormai stucchevole, buonismo hollywoodiano, in totale contrasto con l’ironia precedentemente vista, che riappacifica, chiarisce e riabilita.

La forza del film è nell’opposizione tra le due coppie di adulti/bambini, che per l’ennesima volta ci dimostra che i più grandi non sono necessariamente più adulti.

OneLouder

Perché no? È questa la domanda da farsi davanti alla locandina prima di entrare al cinema e scegliere quale film andare a vedere: perché no?
Non c’è un vero motivo per cui rifiutare: fa ridere, è ben fatto, attori discreti, dialoghi discreti, un prodotto gradevole.
Ma niente di più: non supera il limite già fissato da tutti i simil-role models precedenti, non ha un picco.

“Role Models” è un film ordinario: per alcuni sarà un motivo per sceglierlo tra le offerte della multisala perché vogliono rilassarsi; per altri sarà un motivo altrettanto valido per scegliere un altro film che li stupisca e li faccia riflettere.

Pro

Contro

Scroll To Top