Home > Recensioni > Scusa Ma Ti Voglio Sposare
  • Scusa Ma Ti Voglio Sposare

    Diretto da Federico Moccia

    Data di uscita: 12-02-2010

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Scusa ma voglio scappare

“Squadra che vince non si cambia” soprattutto se si tratta di una gallina dalle uova d’oro come il sequel di “Scusa Se Ti Chiamo Amore”.
Sono trascorsi tre anni da quando al faro Alex e Niki si sono promessi amore eterno e ora è il momento dei fiori d’arancio che non tardano a sfiorire perché Niki, sotto il peso dell’avvicinarsi del fatidico sì, manda a monte il matrimonio. Ed è la crisi.

Come è consuetudine mocciana, si consumano deliranti cliché: un coro sotto tono di amici quarantenni sfigati che insieme piangono la propria sorte, emblema di come le donne possano ridurre gli uomini e le donne che prendono coscienza della propia femminilità con tutte le complicazioni del caso. Un bella commedia sentimentale il cui lieto fine è un obbligo… da cui scappare.

OneLouder

Solito polpettone “alla Moccia” i cui personaggi appartengono rigorosamente (perché?!?) alla classe borghese altolocata capitolina.
Si scade in situazioni qualunquiste e una caterva di eventi collaterali che vogliono avere la pretesa di caratterizzare meglio i personaggi ma servono solo ad allungare il brodo, passando attraverso momenti di romanticismo pacchiano e cammei coatti e per giungere al the end attraverso un “deus ex machina” che in pochi minuti risolve tutto grazie alla forza dell’amore. Imbarazzante.
Vien da chiedersi: ma davvero i gggiovani d’oggi vogliono questo? Moccia dacce n’à mano tu che li conosci così bene i gggiovani d’oggi!

Pro

Contro

Scroll To Top