Home > Recensioni > Solo Per Vendetta

Correlati

Il thriller della fantasia

Tutto sembra perfetto nella vita di Will. Il suo lavoro – è insegnante di lettere in un riformatorio – è una fonte di soddisfazione e la relazione con la moglie Laura, bella, bionda e gentile, è un idillio in piena regola. Ecco però che, una sera, la ragazza viene aggredita e violentata. In ospedale, Will incontra Simon, individuo misterioso che gli propone uno scambio: qualcuno farà fuori il criminale e in cambio la sua organizzazione – una rete di persone, lui dice, che combattono per il ritorno della legalità a New Orleans – un giorno chiederà a lui un favore. Quando questo momento arriva, Will si accorgerà di essersi cacciato in un groviglio di sangue e spionaggio.

OneLouder

Una trama complicatissima, tanto complicata che per far quadrare i conti, gli sceneggiatori scivolano su non poche bucce di banana: incontri improbabili, coincidenze da far sorridere, colpi di scena che neanche il peggior manga. Insomma, troppe assurdità per essere un thriller davvero credibile. E com’è penoso vedere un signore attore come Nicholas Cage gettare il suo talento e il suo carisma in prodotti del genere. Consigliato solo ai fan di serie tv di non troppa qualità.

Pro

Contro

Scroll To Top