Home > Recensioni > Solo Un Bacio Per Favore
  • Solo Un Bacio Per Favore

    Diretto da Emmanuel Mouret

    Data di uscita: 09-05-2008

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Bacio A Doppio Taglio

Nessun bacio è solo un bacio. A volte è come il battito d’ali d’una farfalla. Non perché sia un gesto delicato e poetico, ma perché i battiti d’ali, ci hanno insegnato, poi possono pure scatenare uragani. Strutturato come un grande flashback, “Solo Un Bacio Per Piacere” ci racconta la storia di Judith, che per aiutare a uscire da una strana impasse relazionale decide di concedere a Nicolas un bacio e un amplesso. Inconveniente numero uno: Judith è sposata. Inconveniente numero due: il bacio intriga gli amici a tal punto da sancire l’inizio di una relazione inoppugnabile e coinvolgente. Da qui prende le mosse una commedia molto francese, per compostezza e sottile erotismo sommesso, in cui agli equivoci, piuttosto gustosi, fanno da contrappunto una serie di riflessioni sulla natura delle relazioni di apparenza leggera, ma di grande spessore. Il film convince soprattutto nelle grottesche dinamiche che legano l’impacciato protagonista (lo stesso Mouret) e la spontanea, e molto attraente, Virginie Ledoyen. Nel ruolo del di lei marito, uno Stefano Accorsi ormai transalpino d’adozione, ma ormai inchiodato irrimediabilmente a certe maschere espressive piuttosto statiche e prive di mordente. Gradevoli i dialoghi, condivisibile la scelta di edulcorare la componente sensuale a favore di un uso elegante delle ellissi, convincente lo spunto tematico. Non un capolavoro – il film non ha il passo per affondare il colpo – “Solo Un Bacio Per Favore” rappresenta comunque una convincente prova d’approccio intelligente e comunque godibile alla commedia sentimentale.

Scroll To Top