Home > Recensioni > Tournée

La faccia “sporca” del burlesque

Regista ripudiato dal mondo teatrale parigino, fratello compreso, Joachim decide di creare una compagnia di burlesque assoldando alcune professioniste americane da far esibire nelle città della provincia francese. Una “tournée” che farà conoscere alle ragazze una faccia diversa della Francia, lontana dal glamour e dalla cultura della capitale, tra paesaggi spesso desolati e cittadine sul mare. Protagonista assoluto è però Joachim – interpretato da Mathieu Almaric e diretto da se stesso – che intreccerà a questa tournée i problemi personali con la sua famiglia, figli in primis, cercando una casa proprio all’interno di una compagnia rumorosa e alcolica che si va via via formando tra un camerino e una notte brava passata a bere e fumare fino all’alba.

OneLouder

Le prime immagini del film – le forme non certo da mannequin delle protagoniste – sono un avvertimento chiaro: questo non è il burlesque della scheletrica e poco formosa Christina Aguilera. È il burlesque, vero, degli spettacoli nei teatrini, messi in scena dalle donne anche per le donne stesse, in cui il divertimento è la chiave per sentirsi sexy e sicuri di sé. E continua su questo misto di anti-patinato e di piccole volgarità il viaggio di persone che, al di là della loro professione, sono prima di tutto alla ricerca di se stesse. A tratti noioso, trascinato, con punte di grande comicità e di intensissima poesia. Ma così è anche la vita dei commedianti, e la vita in genere.

Pro

Contro

Scroll To Top