Home > Recensioni > Transformers 3

Transformers 3

Non solo Pink Floyd

Vi ricordate tutte quelle missioni NASA finanziate dagli Stati Uniti intorno agli anni Sessanta?
Non si trattava della semplice conquista della superficie lunare: bisognava esplorare una navicella Autobot schiantatasi proprio sul lato oscuro del satellite.
Cosa questa contenesse, lo si scopre quando ormai è troppo tardi.
Il leader dei macchinoni, a.k.a. Optimus Prime, e uno squinternato Sam Witwicky (Shia LaBeouf) dovranno porre rimedio – ancora una volta – agli errori dei superficiali esseri umani (e non solo), prima che una potentissima arma finisca nelle mani dei Decepticon.
Ad aiutare il giovane saranno – oltre alla solita fidanzata strappona – il fidatissimo e robotico Bumble Bee, l’esperto Seymour Simmons (John Turturro) ed il germanico Dutch.

OneLouder

Dal punto di vista della trama, il film non ha grandi novità da offrire al pubblico pagante; qualche colpo di scena serve giusto a far rinsavire i più scettici nei confronti delle potenzialità di Bay medesimo.
Il fatto che Megan Fox non ci sia è un punto a favore del film. In compenso vi beccherete una biondona dall’incerta espressività, la quale, tuttavia, colmerà le esigenze degli allupati.
Chi vuole gli effettoni speciali (quelli belli, da nerd), li avrà.
Gadis Argaw, 7/10

Il terzo capitolo della saga diretta da Michael Bay, campione d’incassi in tutto il mondo, non tradirà le aspettative dei fan della serie: gli effetti speciali a dir poco sorprendenti, coadiuvati da un riuscitissimo 3D, e la collaudata commistione tra azione e humour sono gli ingredienti della ricca portata, piatto che seppur gustoso non riesce a presentare particolari novità. Ottimo popcorn movie, ma visto uno visti tutti!
Dario Iocca, 5/10

Pro

Contro

Scroll To Top