Home > Recensioni > Trilli E Il Tesoro Perduto
  • Trilli E Il Tesoro Perduto

    Diretto da Klay Hall

    Data di uscita: 02-10-2009

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Non ci sono più le fatine di una volta

L’eterna amica tascabile di Peter Pan, in questo spin-off a lei dedicato, ha un guardaroba da fashion victim. Lo stile grafico generale – che butta alle ortiche per l’ennesima volta tutta la cara tradizione Disney – ricorda orrendamente gli svenevoli cartoni di Barbie. Nonostante gli sforzi, però, il film non riesce ad affondare del tutto.

“Il tesoro perduto” riesce in effetti ad essere perfetto per un pubblico di seienni, senza nel contempo spingere al suicidio i genitori in sala: Trilli è simpatica, indipendente, si potrebbe dire quasi femminista. La storia scorre e pur avendo una morale scopertissima, non risulta pedante.

Certo, se fai un film per bambine che non sanno ancora le tabelline, dovresi cercare di evitare certi paroloni – e poi, siamo sicuri che siate pronti ad affrontare imbarazzanti domande di vostra figlia su cosa voglia dire esattamente il termine “baccanale”?

Un’altra amara considerazione è che sono sempre i migliori che se ne vanno, ovvero il vecchio caro disegno a mano. Mentre l’insana abitudine di infarcire i film di folletti e creature varie che saltellano qua e là gorgheggiando canzoni orribili è dura a morire.

Trattenetevi dallo scappare urlando quando la prima fatina attaccherà con la solfa. Le bambine in sala vi guarderebbero con commiserazione.

OneLouder

Sì, carino. Moderno. Girl power.
Ma vuoi mettere il vecchio stile Disney senza diavolerie in computer graphic?

E poi… che diavolo c’entra Peter Pan in tutto questo?

Pro

Contro

Scroll To Top