Home > Recensioni > Ufficio Investigativo 2-3: Crepate Bastardi!

Quarantacinquenne sarai tu!

Al ritmo del fuoco che crepita e carbonizza un’automobile, ecco che si apre “Ufficio Investigativo 2-3. Crepate Bastardi!”, film del 1963 che oggi la Dolmen Home Video propone, per la prima volta in italiano, come ulteriore tassello della produzione cinematografica di Seijun Suzuki. Un tassello decisamente succoso e divertente, questo, in cui le atmosfere da fumetto si fanno più che mai marcate.

Centro di tutto è l’agenzia investigativa “2-3″, con a capo Tajima, pronto a tutto, anche a un cambio di identità, per sgominare una banda di malviventi. Ed è proprio questo sdoppiamento a far da filo conduttore a tutta la pellicola, regalando momenti ad alto tasso di comicità, come ad esempio la sacrilega sequenza ambientata in chiesa, in cui l’astuzia di Tajima aka Tanaka Ichiro – galeotto pluriennale a cui è stata presa in prestito l’identità – è costretta all’ovatta durante un’improbabilissima funzione religiosa. Una nota di merito va poi allo spirito ironico che pervade l’intera pellicola e che riaffiora anche nel macchiettismo di alcuni personaggi, a partire dalla socia di Tajima, direttrice di una rivista scandalistica, alcoolizzata e con un intrigante neo sulla guancia sinistra, pronta a tutto per uscire dallo stereotipo di donna giapponese. Da manuale la risposta che dà a chi la reputa, appunto, solo una donna: “Donna sarai tu!”.

Noir volutamente esagerato così come magistralmente dosato in tutte le sue componenti, “Ufficio Investigativo 2-3″, è un fumetto – giapponese sì, ma con tantissime strizzate d’occhio all’oltreoceano – che prende vita davanti agli occhi dello spettatore. Con campi sempre variabili – dalle vorticose panoramiche del traffico cittadini agli enfatizzati primi piani dei personaggi –, un montaggio mai ripetitivo, e memorabili scene di ballo – dal twist al natalizio tip tap finale – questo di Seijun è un film che raramente tradisce la sua età: quarantacinque anni, che non si sentono neanche un po’.

Scroll To Top