Home > Recensioni > Una Notte Con Beth Cooper
  • Una Notte Con Beth Cooper

    Diretto da Chris Columbus

    Data di uscita: 10-07-2009

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

La Pupa e il Secchione

Per qualcuno gli anni del liceo sono un incubo, per altri trascorrono come il periodo più eccitante di un’intera vita. È il solito dilemma: vivere il momento, assaporare tutto senza freni, o piegarsi a studiare sui libri? Sono due universi che si incontrano quelli di Beth e Denis – la Pupa e il Secchione – i protagonisti della commedia “Una Notte Con Beth Cooper”. Quella notte che cambia la vita, insomma, anche se solo per una manciata di ore.

Denis è uno studente modello, nel suo futuro ci sono le migliori università e una carriera di ricercatore medico. Per tutti gli anni del liceo, però, ha segretamente amato Beth Cooper, la più bella dell’istituto, a capo delle cheer-leader e ovviamente fidanzata con un ragazzo più grande. È durante la cerimonia di consegna dei diplomi che Denis, microfono alla bocca, decide finalmente di aprire il suo cuore. Beth, incuriosita, passa da casa sua e ha inizio così, per i due e i loro amici, una notte spericolata tra autogrill, falò nei boschi, mandrie di mucche, feste a bordo piscina e baci al sorgere del sole.

Cosa è rimasto in tutto questo del tocco di Larry Doyle, ex sceneggiatore dei Simpsons, e autore del romanzo da cui è tratto il film? Qualche flashback, tutto sommato, in cui i personaggi rievocano i motivi di alcuni traumi. Un esempio su tutti, forse il più divertente: Rich, miglior amico di Denis, gay ancora in attesa di scoprirsi tale, che impara l’arte del combattimento con l’asciugamano bagnato per vendicarsi dei soprusi subiti dai compagni di classe.
Sceneggiatura ben equilibrata, in fondo, seppure vista e ri-vista, e anche un buon cast… ma il problema è uno solo: non si ride, o si ride pochissimo. E in un film comico non è certo un limite da poco, questo. Da segnalare un gran merito però: si parla di giovani, ma la volgarità – verbale e non solo – è messa alla porta. Davvero raro di questi tempi, ma ciò non basta, purtroppo, a farne una bella pellicola.

Pro

Contro

Scroll To Top