Home > Recensioni > Up

Semplicemente Pixar!

Il film non è ancora finito. Un applauso scrosciante, sincero, liberatorio accompagna le scene conclusive di “Up”, ultimo capolavoro d’animazione della Pixar. Quasi che il pubblico non riesca a contenersi, ad aspettare che partano i titoli di coda, come al solito straordinari, in linea con i finali-epilogo degli altri film Pixar, ma ancora più belli. Quasi a voler sottolineare che non si tratta del solito applauso di circostanza.

Se il livello dell’animazione a cui ci ha abituato in questi anni la Pixar con i suoi film (da “Toy Story” a “Cars”) non stupisce quasi più, le storie che narrano questi creatori di favole dell’era digitale sono sempre più emozionanti, più divertenti, più commoventi, insomma sempre più belle. E “Up” conferma, anzi supera le aspettative.

Una struttura narrativa dal ritmo serrato che inchioda alla poltrona e non lascia un secondo di distrazione. Musiche che suscitano con precisione quasi matematica le emozioni. Scenari e trovate narrative geniali (la rana usata come sveglia su tutte), che dimostrano il surplus di creatività che regna negli studi della Pixar. Personaggi sempre più originali, profondi e divertenti ai quali ci si affeziona subito, come il dolcissimo cagnone Dug che vorresti abbracciare.
“Up” è Sicuramente il progetto più ambizioso targato Pixar. Lo dimostra il genere scelto per narrare la storia di cui sono protagonisti il simpatico vecchietto (Carl) ed il grassoccio ragazzino (Russell), entrambi amanti dell’avventura, un genere che per definizione non concede limiti alla fantasia. È così vediamo una miriade di palloncini colorati sollevare una casa e farla volare come se fosse una mongolfiera; un pennuto variopinto inseguito tra i canyon da cani dal collare parlante; un duello finale tra due acciaccati avventurieri a colpi di dentiera. Ma c’è spazio anche per i sentimenti, come la commovente storia d’amore tra Carl ed Ellie, brillantemente narrata in pochi minuti, dall’infanzia alla vecchiaia, col solo ausilio di immagini e musica. Cosa dire? Semplicemente Up.

Scroll To Top