Home > Recensioni > R.E.M.: Green 25th Anniversary Deluxe Edition
  • R.E.M.: Green 25th Anniversary Deluxe Edition

    R.E.M.

    Data di uscita: 14-05-2013

    Loudvision:
    Lettori:

“Green”, la ri-nascita di una grande band

Era il 1988 quando i R.E.M., capitanati da Michael Stipe, si apprestavano a trasformarsi da band indie punk a fenomeno del pop rock internazionale. “Green” è infatti il primo album pubblicato con la Warner Bros, dopo una prolifica carriera al di fuori del circuito delle major. Un album di transizione, in cui per ora si intravedono soltanto le atmosfere che poi esploderanno nei successivi Out Of Time”, contenente “Losing My Religion”, e “Automatic For The People”.

Oggi, a distanza di venticinque anni, l’album viene ripubblicato insieme a un disco live, con il concerto registrato a Greensboro nel 1989. Undici tracce il primo – quelle originali senza novità – e ventuno il secondo, che, oltre a brani tratti da “Green”, propone canzoni come “It’s The End Of The World As We Know It”, “Low” e “I Believe”.

“Orange Crush” e “Stand” sono classici del repertorio dei R.E.M., ma “Green” non è tra i loro album migliori. Troppo pop per il mondo indie, non ancora abbastanza epico e aperto per il gusto del grande pubblico. Ma riascoltarlo oggi, quando la band di Stipe ha ormai appeso definitivamente la chitarra al chiodo, può essere una scoperta per chi agli R.E.M. si è avvicinato solo con i dischi successivi. Vero pregio di questa nuova uscita è la parte live, sensazionale, che da sola vale l’acquisto.

Pro

Contro

Scroll To Top