Home > Rubriche > Eventi > Renato Zero: la sua carriera in una mostra a Roma

Renato Zero: la sua carriera in una mostra a Roma

Correlati

Dal 18 dicembre 2014 al 22 marzo 2015 alla Pelanda, spazio nell’area del museo Macro di Roma, si terrà “Zero. La mostra.

Come spiega uno degli organizzatori durante l’anteprima per la stampa, “Non vuole essere un reliquiario di Renato Zero, ma vuole tracciare un percorso che spieghi anche la società italiana dell’epoca in cui Zero è nato e ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo artistico”.

A questo scopo ogni frase, video o oggetto in mostra è contraddistinto da una linea che può essere di colore rosso o bianco. L’idea è che tutti abbiamo in comune una cosa: il DNA. Le linee servono a indicare quando qualcosa appartiene alla società italiana dell’epoca (colore bianco) e quando invece è in mostra qualcosa di strettamente legato a Renato Zero (colore rosso).

Quattro sale che non si limitano a ripercorrere la carriera di Renato Zero, ma la analizzano. A partire da un feto, con un sistema di circolazione del sangue bene evidenziato mentre si ascolta il suo battito cardiaco fino ad arrivare ai giorni nostri, senza dimenticare di presentare la Roma in cui è nato Zero, le affinità con altri personaggi come Pasolini, ma anche i periodi più bui, simboleggiati da un tunnel in cui si cammina ascoltando degli spezzoni.

Molto interessante l’applicazione che si trova quasi alla fine della mostra. Alcuni computer sono messi a disposizione dei visitatori, che possono scegliere tra una decina di brani quali ascoltare. In realtà questo è il contributo di Renato Zero alla mostra: non si tratta di semplici tracce, ma registrazioni che costituiscono una sorta di making of dei pezzi.

Unica pecca della mostra, a nostro parere, la scelta di collocare i costumi di scena usati da Renato Zero su in alto. Se i vestiti colorati e sbrilluccicosi si notano e la cervicale non ringrazia l’ingrata posizione, ce n’è uno nero che rischia quasi di passare inosservato.

Nel complesso la mostra è interessante sia per chi già conosce Renato Zero e il suo intero curriculum, che per chi il cantante è una scoperta recente e ignora l’estrosità e l’innovazione di questo artista nei primi anni della sua carriera.

 

Zero. La mostra.

Da martedì a domenica – dalle 16:00 alle 22:00

Apertura straordinaria: il 24 e il 31 dicembre dalle 9:00 alle 14:00

Giorno di chiusura: tutti i lunedì e il 25 dicembre 2014

 

Costo dei biglietti:

INTERO 15 €

Ingresso con indicazione di data e orario, non modificabile.

OPEN TICKET 17,50 €

Senza obbligo di prenotazione, permette di accedere una volta a partire dal 2 Gennaio 2015 e fino al 22 Marzo 2015. Ingresso dedicato.

RIDOTTO 10 € Acquistabile da minori anni 16 e maggiori anni 70.

FAMIGLIA 4 PAX 36 €

Pacchetto famiglia valido per l’ingresso di 4 persone.

FAMIGLIA 5 PAX 45 €

Pacchetto famiglia valido per l’ingresso di 5 persone.

GRUPPI 10 €

Biglietto ridotto per gruppi di minimo 15 persone e massimo 30 persone.

SCUOLE 4 €

Biglietto ridotto per scuole under 20 composte da min. 15 e max. 30 persone

Scroll To Top