Home > Recensioni > Retrolover: Ma Voi Siete Moderni
  • Retrolover: Ma Voi Siete Moderni

    Retrolover

    Loudvision:
    Lettori:

Amori d’altri tempi

Pedro, Jobbè, Anton e Abe sono giovani veronesi che non hanno grandi pretese per quanto concerne la musica, tant’è che il lo-fi è il genere da loro scelto per esprimersi.

Tuttavia, ciò non deve essere considerato un limite: i Retrolover spaziano dal noise al power pop, continuando a preservare la preziosità della melodia e il realismo dei testi.
Questi ultimi, in particolare, ruotano intorno al concetto di demodè ultimamente attribuito al far musica “in carne ed ossa” e non – come invece sta succedendo sempre più frequentemente – sfruttando mezzi tecnologici quale l’i-Pad.

Sarà per tale motivo che l’EP suona sincero e puro, con tutti gli elementi al posto giusto e al momento giusto, rimandi al passato e tanta ironia.

Il titolo è il preludio a una filosofia secondo la quale chi oggi si crede moderno in realtà è vittima di una falsa convinzione per cui tutto ciò che è stato non ha senso di essere ancora.
I Retrolover, al contrario, stanno nella fazione vecchia che vuole riportare in vita la semplicità delle epoche ormai lontane.

Pro

Contro

Scroll To Top